Maglie storiche Liverpool FC

Maglie storiche Liverpool FC

22 prodotto(i)

per pagina   |  

Nella nostra collezione di maglie vintage del Liverpool disponiamo di numerosi modelli ufficiali di maglie del Liverpool. Tutte ripercorrono momenti mitici nella storia del Liverpool. Con queste maglie vogliamo far rivivere tutte le leggende dei Reds. I modelli principali di maglie classiche che vogliamo offrirvi sono i seguenti:

  • • La maglia storica del Liverpool campione della Premier e della FA Cup nel 1972/73, grazie al grande Kevin Keegan
  • • La maglie retro del Liverpool Campione d'Europa nel 1977/78, una delle maglie del Liverpool più ricordate
  • • La felpa del Liverpool dell'inizio degli anni 80, che sfoggiarono i giocatori che sconfissero il Real Madrid nella finale giocata al Parco dei Principi nel 1981.
  • • La maglia classica del Liverpool della suo ultimo Campionato Inglese vinto nel 1989/90
  • • La felpa del Liverpool della grandissima rimonta della finale della Champions League contro il Milan, grazie allo storico capitano Steven Gerrard.

Il Liverpool Football Club è una delle squadre storiche d'Inghlterra. La Società fu fondata il 3 giugno del 1892; nacque da un litigio tra il padrone dei terreni di Anfield (John Houlding) e la giunta dell'Everton, quella che poi sarà la grande rivale cittadina del Liverpool. Il Liverpool FC è la squadra inglese con maggior numero di titoli internazionali, con le sue 5 Coppe dei Campioni, 3 Coppe Uefa e 3 Supercoppe Europee. Riguardo alla Premier League, detiene 18 titoli ma tutti con il vecchio formato.

Speriamo che ti piacciano questi modelli di maglie ufficiali del Liverpool FC, una delle società più amate del calcio internazionale. Sicuramente vale la pena acquistarne una e viaggiare ad Anfield per vedere una partita dalla curva Kop. I nostri modelli sono perfetti per i veri amatori del calcio internazionale e tifosi dei Reds di Liverpool. Moda da calcio per uomini con stile.

La Storia del Liverpool

Fondazione e primi anni


La nascita del Liverpool FC

La storia del Liverpool ha inizio con una polemica. A volte è dalle controversie che nascono le cose migliori.
Il comittee dell' Everton FC e il presidente del club John Houlding, che possedeva anche il terreno di Andfield ebbero una disputa e l'Everton FC si trasferì a Goodison Park nel 1892.
Houlding rimase con uno stadio vuoto, e decise di fondare il Liverpool FC.
In realtà, inizialmente la squadra si chiamava Everton FC e Athletic Grounds Ltd, anche se la Federazione, The Football Association, FA, si rifiutò di riconoscere quel nome poiché aveva già riconosciuto l'Everton FC e Houlding dovette cambiare il nome della squadra.
Nel marzo del 1892 nasce il Liverpool FC, alla sua terza stagione verrà promosso in First Division: la massima serie del calcio inglese.


I primi sessant'anni del club

Per  ifan odierni, il Liverpool dei primiti tampi risulterebbe irriconoscibile. All'epoca i giocatori indossavano infatti camicie blu e bianche, fino al 1896, quando finalmente adottarono le classiche camicie rosse con i pantaloncini bianchi.

Nel 1896 Tom Watson fu nominato allenatore e fu il primo a guidare il Liverpool a un successo prolungato, vincendo la Firt Division nel 1901 e nel 1906. Nel 1901 il club decise di fare del famoso "Liver Bird" il suo simbolo, anche se non è ancora presente sulle maglie reds.

Le vittorie in First Division seguirono nel 1922 e nel 1923 dopo la prima sconfitta contro il Burnley nella finale della FA Cup del 1914. La FA Cup è il torneo di calcio più antico della storia del calcio ed è organizzato dalla Federazione inglese. .

Negli anni tra le due guerre il Liverpool terminò quasi sempre a metà classifica, e tornò a vincere il campionato solo nel 1947.

Purtroppo non seguirono risultati positivi, ma anzi la squadra venne retrocessa nel 1954.
Il Liver bird, simbolo della città di Liverpool mezzo cormorano e metà aquila, viene aggiunto alle maglie nel 1955. I Reds rimangono in seconda divisione per cinque stagioni, fino a che l'incorico di allenatore viene dato a un uomo che farà la storia della Merseyside e del calcio inglese.

Squadra del Liverpool del 1955
Squadra del Liverpool del 1955


L'era di Bill Shankly

'The Boot Room'

Quell'uomo era Bill Shankly. Fu nominato allenatore nel 1959.
Durante la sua prima stagione, Shankly cambia ben ventiquattro giocatori e trasforma un deposito di scarpini nella stanza più importante per il Liverpool FC: la Boot Room.

Questa stanza divenne un luogo di ritrovo per le persone più importanti del club. I membri originali erano Bill Shankly, Reuben Bennett, Joe Fagan, Ronnie Moran, Bob Paisley e Tom Saunders. Di questi sei, solo due non sono mai stati allenatori dei Reds, Bennett e Saunders, dimostrando quanto fosse davvero importante questa stanza.

I membri furono in grado di ricostruire la squadra di calcio del Liverpool grazie a riunioni informali in un'atmosfera rilassata proprio nella Boot Room, dove ogni persona aveva un ruolo specifico da svolgere e un'area di competenza. Fu l'inizio del secondo periodo di successi per il club, e molti lo attribuiscono alla magia di questa stanza.

La famosa Boot Room del Liverpool istituita da Bill Shankly
La famosa Boot Room del Liverpool istituita da Bill Shankly

Costruire un grande club

La promozione in First Division arrivò nel 1962 e il titolo arrivò ad Anfield due stagioni dopo, il che gli valse anche la qualificazione per giocare in Europa per la prima volta. A questo punto circa 50.000 tifosi del Liverpool accorrevano ad Anfield ogni settimana e in questo periodo fu adottato anche il famoso coro "You'll never walk alone".

Shankly ha avuto un altro momento decisivo, emblematico del suo genio, nel 1964. In una partita contro l'Anderlecht, i giocatori indossavano una divisa tutta rossa, dai calzettoni alla maglia. Quando Ronnie Yates si vestì completamente di rosso per la prima volta, Shankly avrebbe detto: "Oh mio Dio, Ronnie, sei fantastico, spaventoso. Sembri alto 7 piedi (poco più di 2 metri)". Nasce così la classica maglia del Liverpool.

Gli anni successivi furono stabili per il Liverpool FC. La vittoria della FA Cup 1964-65 contro il Leeds per 2-1 ai supplementari è un momento clou, così come la finale della Coppa dei Campioni nel 1966, anche se furono battuti dal Borussia Dortmund.

Vinsero ancora una volta il titolo nazionale nel 1966, il primo con la storica divisa "All Red" del Liverpool, ma negli anni successivi ebbero meno successo.

Squadra del Liverpool del 1965
Squadra del Liverpool del 1965

Kevin Keegan

Nel 1971, un giovane centrocampista di nome Kevin Keegan firmò con il Liverpool Football Club e presto sarebbe diventato una leggenda Red. Costò £33.000 e proveniva dalla squadra di quarta divisione dello Scunthorpe United.

Durante gli allenamenti Shankly aveva notato subito che i movimenti di Keegan a centrocampo erano piuttosto offensivi, quindi decise di farlo giocare in attacco al fianco di John Toshack in una partita di allenamento. Era nata una coppia d'attacco midicidiale.

Keegan disse che la loro comprensione in campo era incredibile, anche se non socializzavano fuori dal campo, la loro sintonia in campo era innata.

Il 14 agosto 1971, Keegan fece il suo debutto con l'iconica maglia dei Reds e segnò il suo primo gol dopo soli dodici minuti. Segnò nove gol in quella stagione, oltre a dispensare diversi assist ai compagni. Molti pregustavano il titolo, pensando che l'avrebbe riportato ad Anfield. Ci riuscì due anni, nel 1973 quando il Liverpool fu campione per l'ennesima volta (8º titolo). Keegan divenne parte integrante della squadra, così come Phil Thompson, proveniente dalla Liverpool Academy.

La quantità di talento che c'era in squadra oltre a una grande gestione da parte di Shankly fu più che sufficiente per avere successo anche in Europa, vincendo la prima Coppa UEFA nella storia del Liverpool con una doppietta di Keegan in finale.

Quella stagione, la più vincente di Shankly, il Liverpool ha registrato 21 vittorie consecutive in campionato, un record che è rimasto fino a quando il Liverpool di Jurgen Klopp, lo ha superato nel 2020.

Nell'ultima stagione di Shankly del 1974, l'allenatore scozzese dei Reds arrivò secondo in campionato e vinse la FA Cup. Lo scozzese fu salutato come un eroe dai fan e passerà alla storia del club come il miglior allenatore del XX secolo, con un margine considerevole.

Quindici anni di continuo successo

Fine anni Settanta

Bob Paisley prese il posto di allenatore del Liverpool, un membro originario della Boot Room designato da Bill Shankly. Nella prima stagione nonostante un ottimo iniizio non porterà a casa nessun trofeo, ma nella seconda stagione alla guida avrà molto più successo.

Nell'ultima partita della stagione 1975-76 contro i Wolves, il Liverpool era a un gol di distanza dalla rivendicazione del titolo a quattordici minuti dalla fine. Kevin Keegan, John Toshack e Ray Kennedy segnarono i gol che portarono ad Anfield il nono titolo di campionato.

Nella stessa stagione, il Liverpool sconfisse il Barcellona nella semifinale della Coppa UEFA, preparando la finale contro l'FC Bruges. I Reds perdevano 2-0 nel primo tempo della gara d'andata, ma tre gol nella ripresa e un pareggio per 1-1 nel ritorno valse la Coppa UEFA del 1976 (secondo titolo).

Il mandato di Paisley fu straordinario, con il Liverpool che vinse per la prima volta la Coppa dei Campioni nel 1977, l'attuale Champions League, e tornò a vincerla nel 1978 e 1981.

Sponsor sulla maglia

Nel 1979, il Liverpool fece una svolta importante e divenne la prima squadra professionale inglese a ottenere uno sponsor sul petto: il marchio Hitachi.

Fu inoltre introdotta per la prima volta una terza maglia. Il Liverpool aveva una divisa completamente rossa per le partite casalinghe, la maglia bianca e pantaloncini neri come kit da trasferta e una terza maglia completamente gialla.

Nelle stagioni successive la maglia bianca diventa la terza divisa o non viene inserita affatto, mentre la maglia gialla del Liverpool diventa la divisa delle trasferte. I kit hanno anche subito piccole modifiche nel corso dei decenni, ad esempio, strisce bianche ultrasottili sono state incluse sull'iconica maglia rossa del Liverpool nella stagione 1982-1983. Un design che è stato riprodotto nella stagione 2019/20.

Ian rush e il Treble

La stagione 1981-82 si rivelò un successo per il Liverpool, che vinse la Coppa di Lega e la First Division. Fu una stagione chiave per molti grandi giocatori del Liverpool, in particolare Ian Rush.

L'attaccante segnò 30 gol in tutte le competizioni in quella stagione, fu solo l''inizio di un lungo periodo piuttosto prolifico per il giocatore del Liverpool. La stagione successiva, il Liverpool difese il titolo e Rush segnò 24 gol in campionato.

È uno dei migliori giocatori della storia del Liverpool ed è ancora il capocannoniere con 346 gol. Pochi ricordi scaldano il cuore dei tifosi del Liverpool come Ian Rush nella storica maglia rossa dei Reds che corre con le braccia tese e i suoi famosi baffi.

La sua migliore stagione è stata quella del 1983-84 quando segnò la bellezza di 47 gol in tutte le competizioni, di cui 32 in campionato. Questa fu la prima stagione in cui una squadra inglese vinse un treble o triplete, adto che i gol di Rush portarono i Reds a vincere la Coppa di Lega (4º titolo), la First Division (15º titolo) e la Coppa dei Campioni (4º titolo).

Kenny Dalglish 

C'è un altro giocatore che è apparso nel Liverpool negli anni ottanta che poteva competere con Ian Rush come calciatore preferito dei tifosi del Merseyside, sponda Red, e il suo nome è Kenny Dalglish.

Il motivo per cui l'attaccante Dalglish era così amato dai tifosi del Liverpool come giocatore non erano necessariamente i suoi gol, ma piuttosto il suo gioco generale, la sua capacità di dribblare i suoi avversari e creare così tanto spazio ai suoi compagni di squadra.

Formò un potente duo con Ian Rush che portò il Club a vincere diversi trofei. Creava lo spazio tra i difensori e Rush anadva in rete.

In un sondaggio ufficiale "I 100 migliori giocatori che hanno scosso la Kop", non sono stati Steven Gerrard o Ian Rush a vincere la classifica, ma lo scozzese. Essere valutati come miglior giocatore nella storia di un club illustre come il Liverpool la dice lunga sul giocatore che era Mr. Dalglish.

Con lui il Liverpool ha vinto tre coppe europee e due coppe d'Inghilterra tra molti altri titoli.

Kenny Dalglish, uno degli idoli della Kop Kenny Dalglish, uno degli idoli della Kop 

L'ultimo titolo della First Division

Nel 1987, il Liverpool introdusse una maglia grigia al posto della maglia gialla come kit da trasferta. 

Nella stagione 1987-88, il Liverpool vinse la First Division e perse la finale di FA Cup, mentre nella successiva perse il campionato all'ultima giornata e vinse la FA Cup.

Poi, nel 1990, vinsero il campionato per l'ultima volta: la First Division 1989/90. Kenny Dalglish era l'allenatore e John Barnes, un ala sinistra di origine giamaicana, era il protagonista in campo. È onnipresente nelle competizioni per il titolo di miglior giocatore del Liverpool nella storia del club e ha perso solo contro Dalglish nel sondaggio di miglior giocatore della storia dei Reds.

Tecnicamente era uno dei giocatori più talentuosi nella storia del Liverpool ed è stato un piacere vederlo giocare. Purtroppo, ha dovuto scontrarsi con il razzismo per tutta la sua carriera, anche se, va detto, lo ha fatto sempre con educazione e buon umore. È stato davvero un modello nel mondo del calcio.

Il Liverpool vince la First Division 1989/90
Il Liverpool vince la First Division 1989/90, tornerà a vincere il titolo del campionato 30 anni dopo

L'era della Premier League

Steven Gerrard

Sebbene la Premier League sia stata difficile per il Liverpool, c'è stato un giocatore incredibilmente talentuoso e estremamente fedele che ha riacceso i cuori dei tifosi di Anfield e di tutto il mondo. Il suo nome è Steven Gerrard, centrocampista inglese che ha trascorso tutta la sua carriera al Liverpool.

Impossibile per qualsiasi tifoso del Liverpool non ricordarlo con la famosa maglia rossa, baciando lo scudo dei Reds sul petto. Ha segnato tanti gol importanti per il club, trascinando la sua squadra a volte da solo, ed è il primo della lista dei calciatori che non hanno mai vinto un titolo di Premier League ma che lo avrebbe meritato.

Miracolo a Istanbul

La partita emblematica di Gerrard con la maglia del Liverpool è senza dubbio quella notte speciale di Istanbul nel 2005. Finale di Champions League contro il Milan, che era favorito, nella finale di Champions Leaguefavorito, il Liverpool perde 3-0 prima dell'intervallo.

Sembrava finita, ma il Liverpool non si è arreso e nella seconda metà ha pareggiato grazie ai gol di Gerrard, Smicer e Xabi Alonso. I tempi supplementari finiscono a reti inviolate e Jerzy Dudek para il rigore di Andriy Shevchenko per completare la più improbabile delle rimonte e probabilmente la migliore rimonta in una delle più grandi partite di cacio della storia.

Steven Gerrad alza la Campions League 2005 dopo la finale di Istanbul contro il Milan
Steven Gerrad alza la Campions League 2005 al termine della finale di Istanbul contro il Milan

Successo recente

Dopo un lungo periodo di delusione nella sponda Red di Liverpool, è stato chiamato Jurgen Klopp per riportare i Reds alla vittoria. Il manager tedesco ha lentamente ri-costruito il Liverpool riportandolo alla sua grandezza di un tempo. Nella finale di Champions League 2019, hanno sconfitto il Tottenham conquistando il loro sesto titolo europeo e hanno poi vinto la Premier League 2019-20 grazie a giocatori come Mohamed Salah, Roberto Firmino, Virgil van Dijk, Jordan Henderson e Sadio Mané.

Whatsapp Web